Psicologo, Psichiatra, Psicoterapeuta?

Figure professionali diverse che operano nel campo della salute mentale, differenziandosi per quanto riguarda il percorso formativo e la natura della loro attività professionale.

Lo psicologo è un laureato in Psicologia che ha effettuato un tirocinio di un anno per poter sostenere l’Esame di Stato e iscriversi quindi all’Albo degli Psicologi. La professione di psicologo comprende l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Comprende altresì le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito (Legge 56/89, art. 1).

Lo Psichiatra è un laureato in Medicina che ha ottenuto, dopo la laurea, la specializzazione in Psichiatria. Essendo un medico, è l’unica figura che ha le competenze per intervenire sui disturbi mentali anche dal punto di vista farmacologico.

Lo Psicoterapeuta può essere sia uno Psicologo che uno Psichiatra. Nel primo caso lo Psicologo deve aver conseguito la Specializzazione in Psicoterapia riconosciuta dallo Stato della durata di almeno 4 anni (esistono diverse scuole di psicoterapia, ognuna delle quali ha un suo orientamento teorico e tecnico) ed essere iscritto all’Albo professionale. Lo Psicoterapeuta è lo specialista che attraverso strumenti clinici (diagnosi, eziologia, pianificazione del trattamento, setting) e attraverso la relazione umana (empatia, ascolto, fiducia, alleanza terapeutica), è in grado di accompagnare la persona in un processo di cambiamento, volto al raggiungimento di un migliore stato di equilibrio.

Lascia un commento