Grasso Roberta_emdr

Giornata Nazionale della Psicologia 2019

Il 10 ottobre 2019 si celebrerà la “Giornata Nazionale della Psicologia”.
Patrocinata dal Ministero della Salute, ha lo scopo di valorizzare e far conoscere maggiormente ai cittadini e alla comunità le potenzialità della Psicologia come scienza e come professione.
In questo ambito si colloca l’iniziativa “Studi aperti“, come occasione per favorire l’incontro tra professionisti e cittadini.

Parteciperò a questa iniziativa Giovedì 10 ottobre, dalle 14 al 20, presso lo studio di c.so Agnelli 50, Torino.
Telefonare o mandare una mail per prendere un appuntamento.

Grasso Roberta_emdr

Appuntamenti Settimana del Cervello 2019

La Settimana del Cervello, nel 2019 alla sua IV edizione, è un format di divulgazione scientifica senza scopo di lucro realizzato da psicologi, neuroscienziati, medici e altri professionisti sanitari per parlare di cervello e neuroscienze con eventi gratuiti dai contenuti e dal linguaggio accessibile a tutti!
Negli anni ha guidato migliaia di cittadini alla scoperta del funzionamento del cervello e delle buone abitudini per prevenire le malattie, mettendo in contatto i professionisti che operano sul territorio col pubblico generale interessato a conoscere le più recenti scoperte scientifiche.
La prossima edizione di svolgerà dall’11 al 17 marzo 2019 in contemporanea mondiale con gli eventi della Brain Awareness Week.

Io collaborerò al progetto con un’ iniziativa gratuita:
Prendersi cura di chi si prende cura
giovedì 14 marzo, dalle 14 alle 18, su appuntamento
uno spazio di ascolto psicologico e informazione rivolto a familiari di persone con patologie organiche.
Informazioni e prenotazioni al numero 340 2170379 o alla mail  roberta.grasso.1981@gmail.com.

#brainweek2019
#brainweekPiemonte

Grasso Roberta_emdr

Consulenza, Sostegno, Psicoterapia?

Si parla di Consulenza psicologica per fare riferimento ad un intervento che richiede un numero limitato d’incontri e ha lo scopo di inquadrare la problematica al fine di valutare una risposta in tempi relativamente brevi; può rivolgersi ad una singola persona, ad una coppia o ad una famiglia. Il primo incontro è un momento di conoscenza e di analisi della domanda per comprendere se e come il professionista possa essere d’aiuto; gli incontri successivi sono dedicati a una valutazione del problema presentato e alla condivisione di un progetto d’intervento (stabilire un obiettivo, dare un’indicazione generale sui tempi e sulle modalità del lavoro), centrato sulla riflessione e approfondimento degli aspetti psicologici relativi al problema sollevato.
L’analisi della domanda e la valutazione psicodiagnostica del professionista (caratteristiche dell’individuo, dei suoi punti di debolezza e fragilità, delle sue risorse e del suo potenziale) possono far evolvere la consulenza psicologica in un percorso di sostegno psicologico o in una psicoterapia, o qualora necessario lo psicologo può proporre l’invio ad altro specialista, competente rispetto alla problematica espressa (ad esempio uno psichiatra, un neuropsichiatra infantile, uno psicoterapeuta infantile, un assistente sociale, un consulente legale, un sessuologo …).

Il Sostegno Psicologico è un percorso non terapeutico, condotto da uno psicologo, rivolto a persone che vivono un momento di disagio o crisi personale a seguito di una situazione particolare o di un determinato momento di vita (affrontare una situazione critica, prendere una decisione, trovare una soluzione funzionale ai problemi incontrati, migliorare una relazione coniugale, familiare, affettiva, professionale o amicale); la valutazione dello Psicologo, laddove comprenda che non siano presenti né sintomi rilevanti né un quadro clinico tale da necessitare di intervento psicoterapeutico, porterà alla formulazione concordata di un intervento mirato e focalizzato alla gestione di una specifica difficoltà quotidiana, supportando la persona a reperire strategie idonee alla risoluzione delle problematiche incontrate e stimolando le risorse personali.
L’obiettivo è quello di raggiungere e mantenere uno stato di benessere, agendo sulle risorse e sui punti di forza della persona, fornendo supporto rispetto alla gestione di un attuale problema specifico (emotivo, relazionale, psicologico, affettivo); richiede un numero contenuto di incontri che varia in base alle necessità.
A seconda della problematica presentata e degli obiettivi psicologici concordati, l’intervento può configurarsi come Nick Toon Jersey sostegno psicologico individuale, di coppia, familiare, di gruppo o sostegno alla genitorialità.

La psicoterapia è un percorso di trattamento dei disturbi psicologici, di diversa natura e severità, che si realizza in una serie di incontri con un professionista sanitario, psicologo o medico, con un’adeguata formazione specialistica post-lauream, riconosciuta dal MIUR.

E’ indicata per portare al cambiamento di modalità emotive, cognitive, relazionali e comportamentali vissute dalla persona come problematiche e quali  fonte di sofferenza. Tali modalità disfunzionali, instaurandosi in modo rigido e automatico, possono alimentare circoli viziosi che non solo mantengono la sofferenza nel tempo, ma rischiano di ostacolare in modo significativo il benessere e il funzionamento personale, relazionale, lavorativo o scolastico, dando luogo anche a sintomi che limitano o modificano il comportamento.

Un trattamento psicoterapeutico può restituire alla persona il senso e il significato del proprio funzionamento, rendendo esplorabili modalità più adattive.

Esistono diversi approcci psicoterapeutici: pur variando i presupposti teorici di riferimento e le strategie di trattamento, l’obiettivo è per tutti la riduzione della sofferenza psico-emotiva, insieme con il raggiungimento di un miglior equilibrio psichico personale, passando attraverso una migliore regolazione emotiva e una maggiore comprensione di sé e dell’altro.

Non è possibile determinare la durata del percorso di trattamento che può variare a seconda dell’entità e della severità del disagio presentato; in ogni caso durata e obiettivi vengono concordati preventivamente.

 

Grasso Roberta_emdr

Psicologo, Psichiatra, Psicoterapeuta?

Figure professionali diverse che operano nel campo della salute mentale, differenziandosi per quanto riguarda il percorso formativo e la natura della loro attività professionale.

Lo psicologo è un laureato in Psicologia che ha effettuato un tirocinio di un anno per poter sostenere l’Esame di Stato e iscriversi quindi all’Albo degli Psicologi. La professione di psicologo comprende l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Comprende altresì le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito (Legge 56/89, art. 1).

Lo Psichiatra è un laureato in Medicina che ha ottenuto, dopo la laurea, la specializzazione in Psichiatria. Essendo un medico, è l’unica figura che ha le competenze per intervenire sui disturbi mentali anche dal punto di vista farmacologico.

Lo Psicoterapeuta può essere sia uno Psicologo che uno Psichiatra. Nel primo caso lo Psicologo deve aver conseguito la Specializzazione in Psicoterapia riconosciuta dallo Stato della durata di almeno 4 anni (esistono diverse scuole di psicoterapia, ognuna delle quali ha un suo orientamento teorico e tecnico) ed essere iscritto all’Albo professionale. Lo Psicoterapeuta è lo specialista che attraverso strumenti clinici (diagnosi, eziologia, pianificazione del trattamento, setting) e attraverso la relazione umana (empatia, ascolto, fiducia, alleanza terapeutica), è in grado di accompagnare la persona in un processo di cambiamento, volto al raggiungimento di un migliore stato di equilibrio.