Psicologia Clinica

La vita adulta, così come ogni fase del ciclo di vita, presenta nuove sfide che chiedono di essere superate in un delicato equilibrio tra bisogni interni ed esterni, problemi di vita comuni a tutti cui ciascuno deve trovare la propria soluzione.
Utilizzando la metafora del viaggio, possiamo immaginare la vita come un lungo cammino lungo il quale può capitare di trovarsi ad affrontare situazioni di crisi, spesso dolorose dal punto di vista emotivo ed affettivo.
Le situazioni che possono danneggiare il benessere psicologico e la qualità della vita sono numerose e possono riguardare le diverse sfere della vita: difficoltà relazionali e comunicative, relazioni conflittuali, condizioni di stress, momenti critici della vita, cambiamenti importanti, scelte difficili, eventi dolorosi, stati di ansia e tristezza, paura, insoddisfazione e disagio.
In questi momenti di difficoltà si cerca di attivare tutte le risorse e le strategie disponibili per farvi fronte, sia proprie che attraverso l’aiuto e il consiglio di persone vicine. Spesso è possibile scoprire risorse che non si pensava di avere, altre volte, invece, fatica, stress e sofferenza possono diventare un bagaglio troppo pesante da portare da soli.
I disagi più frequentemente sperimentati possono essere:
– disturbi dell’umore (depressione,…)
– disturbi d’ansia (attacchi di panico, fobie, disturbo ossessivo-compulsivo, disturbo da stress post-traumatico, disturbo d’ansia generalizzato,…)
– disturbi psicosomatici (ipocondria, disturbo di somatizzazione, …)
– disturbi dissociativi
– disturbi sessuali e dell’identità dei genere
– disturbi dell’alimentazione (anoressia, bulimia, binge eating disorder, obesità,..)
– disturbi del sonno
– disturbi del controllo degli impulsi
– disturbi dell’adattamento
– disturbi di personalità
– problematiche di coppia

Riprendendo la metafora del viaggio, sono questi i momenti in cui può essere utile fare un tratto di strada insieme a qualcuno che ci accompagni e ci sostenga. L’intervento di uno psicologo, in questi casi, può essere di aiuto per mettere a fuoco l’origine e i meccanismi del malessere, promuovere la ricerca di strategie e modalità più funzionali per affrontare il problema e rafforzare la capacità di  gestire l’adattamento alle piccole e grandi sfide che la vita inevitabilmente presenta.
Esistono diverse modalità di intervento:
Psicodiagnosi – percorso breve, in cui vengono somministrati dei test cognitivi e/o emotivi ed effettuati colloqui clinici con l’obiettivo di valutare le problematiche presentate. Il colloquio conclusivo servirà per parlare approfonditamente di quanto emerso negli incontri precedenti e valutare la necessità di intraprendere un percorso psicologico, di sostegno o di psicoterapia.
Sostegno psicologico – capita a molte persone di attraversare un momento di disagio o di crisi, senza presentare sintomi rilevanti. In questi casi può essere utile un supporto psicologico circoscritto nel tempo, focalizzato sulle difficoltà e la gestione del disagio. Questo intervento aiuta la persona ad affrontare la situazione di crisi, a gestire il disagio sino a superarlo e a raggiungere nuovamente la stabilità emotiva.
Psicoterapia – è consigliata in caso di sofferenze più significative e strutturate o di un disagio che influisce sul normale svolgersi della vita quotidiana: stati emotivi cronici, incontrollabili, limitanti il rapporto con l’ambiente e causa di infelicità (ansia, depressione, irritabilità, ecc.), oppure persistenti situazioni interpersonali insoddisfacenti e limitative (solitudine, tendenza agli abbandoni, emarginazione, ecc.). Scopo della psicoterapia, la cui durata non è prevedibile a priori, è il cambiamento, lo sviluppo di strategie più funzionali e vantaggiose per raggiungere il benessere personale e la capacità di guidare la propria vita.